Come verniciare cancelli e ringhiere di ferro da vero professionista

Stai pensando di verniciare i cancelli o le ringhiere di ferro di casa tua?

La bella stagione è alle porte, questo potrebbe essere l’anno buono per togliere tutta quella brutta ruggine e dare nuova vita alle tue cancellate.

Innanzitutto è bene armarsi di buona volontà, preparati a rimboccarti le maniche e a darci dentro!

È un lavoro all’apparenza semplice, ma che richiede una grande dose di pazienza e precisione. Noi di MG Tinteggiature lo sappiamo bene.

Da 25 anni molti clienti nella zona di Bergamo e Milano scelgono la nostra esperienza nel settore per realizzare le case dei loro sogni.

In questo articolo, e nel video che troverai in fondo a questa pagina, abbiamo preparato una guida con tutti i nostri trucchi del mestiere.

Quando avrai finito, saprai tutto ciò che c’è da sapere per verniciare cancelli e ringhiere di ferro arrugginite come un vero professionista, senza bisogno di costose strumentazioni.

Indossa dei vestiti dismessi, o che non usi, assicurati di mettere un paio di guanti adatti e tutto ciò che occorre per lavorare in modo protetto… Si parte!

 

Strumenti per verniciare cancelli e ringhiere di ferro

In questa guida su come verniciare cancelli e ringhiere di ferro vedremo come eseguire il lavoro usando strumenti e materiali comuni.

Gli attrezzi che verranno utilizzati si possono trovare in ogni casa, o essere facilmente comprati in qualsiasi ferramenta o negozio fai da te.

Nello specifico, per la realizzazione del lavoro utilizzeremo:

  • Spatola: va bene una qualsiasi spatola da muratura;

  • Carta Vetrata: Scegliere la grana a piacimento (considerando che con una grana più grossa si ottiene un lavoro meno preciso, mentre una grana più fine consentirà un maggior controllo dei dettagli);

  • Pennello per caloriferi: Lo si può trovare in qualsiasi colorificio;

  • Compressore ad aria: Ci occorrerà solo in fase di pulitura, per soffiare le polveri prodotte dal carteggio, basta anche un compressore di dimensioni ridotte.

Non serve altro, tranne l’olio di gomito e i prodotti che useremo per verniciare.

 

Vernici e i diluenti per verniciare cancelli in ferro

Nel video di esempio che abbiamo scelto per questa guida, abbiamo scelto come vernice il ferro micaceo color grafite e come diluente l’acquaragia.

Partiamo dallo smalto ferro micaceo: è uno smalto sintetico, che contiene elementi particolari nella sua composizione, tra cui l’ossido di ferro micaceo.

Questa particolare pittura conferisce un risultato luminoso e brillante, che esalterà l’aspetto metallico dell’oggetto verniciato.

Inoltre è molto utile per contrastare i processi di corrosione e di deterioramento a cui le ringhiere di ferro solitamente sono soggette.

L’acquaragia invece sarà il nostro diluente, da aggiungere allo smalto per evitare che si addensi e diventi difficile da stendere con il pennello. È importante maneggiarla con cura e evitare che entri a contatto prolungato con la pelle, noi consigliamo di indossare sempre dei guanti quando si esegue un lavoro.

 

Come carteggiare e verniciare cancelli in ferro

Ora che sappiamo di cosa abbiamo bisogno per questo lavoro, iniziamo con la parte pratica: partendo da un cancello arrugginito, per arrivare ad uno come nuovo.

Sarà necessario dividere il lavoro in 3 fasi:

  • Carteggio;

  • Pulitura;

  • Verniciatura (almeno 2 mani).

Se vuoi farti anche un’idea visiva del metodo di lavoro, guarda il video in fondo a questo articolo.

Qui di seguito invece troverai la guida sintetica di come verniciare cancelli e ringhiere di ferro arrugginite.

 

Fase di carteggio della ruggine

La fase di carteggio è fondamentale se si vuole verniciare sul ferro usato e usurato, è importante prestare particolare attenzione.

Lo scopo del carteggio è quello di eliminare la ruggine e la vernice consumata. Molti commettono l’errore di sottovalutare questo passaggio, che è faticoso e lungo, ma decisivo per il buon risultato del lavoro.

Utilizzare prima la spatola da muratura, cercando di togliere il più possibile del grosso e poi ripassare nuovamente a grattare i dettagli con la carta vetrata.

Fai bene attenzione a tutte le bolle di ruggine che si incontrano e rimuovi tutto ciò che è possibile rimuovere.

 

Fase di pulitura

Come è possibile anche vedere nel video, una volta terminato il carteggio, si passa alla fase di pulitura.

Questo passaggio serve per rimuovere le polveri generate dalle impurità che sono state grattate nella fase precedente. È importante eseguire una pulizia accurata, in primo luogo per non compromettere la lucentezza del risultato finale, ma anche per evitare di formare dei grumi.

Il metodo più semplice, che garantisce un lavoro rapido e accurato, è il compressore ad aria.

Noi ne utilizziamo uno piccolo, non serve una grande potenza per questo lavoro specifico.

 

Fase di verniciatura

Una volta che il cancello da verniciare sarà pulito e pronto per essere verniciato, iniziamo a preparare la pittura che utilizzeremo.

Utilizzare un bastone, o un pennello da calorifero standard, e iniziare a mescolare lo smalto ferro micaceo, aggiungendo l’acquaragia un po’ alla volta.

Questa operazione dovrà essere ripetuta ogni volta che la miscela tenderà a indurirsi. Dal momento in cui si esegue questo lavoro all’esterno, il sole e il vento possono contribuire a questo problema.

La miscela dovrà essere abbastanza “liquida” da essere spalmata in modo uniforme in fase di verniciatura. Fare attenzione alle colature e ai grumi, questo non è un lavoro che richiede velocità, prenditi il tuo tempo e otterrai un lavoro preciso.

Stendere una mano e lasciarla asciugare, poi applicare una seconda mano. Dovrebbe essere sufficiente a ottenere un buon risultato, magari con giusto qualche ultimo ritocco. Ma a questo punto la cancellata, il cancello o la ringhiera, dovrebbe avere un aspetto come nuovo. Una volta asciutto si potrà inoltre notare l’effetto lucente che il ferro micaceo dona all’oggetto verniciato quando entra a contatto con il sole.

Ora che sai tutto ciò che occorre per verniciare cancelli di ferro non resta che mettersi sotto… Buon lavoro!